Allegri tiene alta la concentrazione: “Non è ancora tempo di pensare alla Champions”. Contro i giallorossi spazio ad El Sharaawy, mentre Luis Enrique ritrova Totti

Stephan El Shaarawy

Stephan El Shaarawy (foto dalla rete)

Neanche il tempo di smaltire la delusione per l’uscita di scena dalla Coppa Italia, dopo la semifinale pareggiata martedì sera contro la Juventus, che per il Milan è già il momento di tornare in campo. Nell’anticipo del sabato pomeriggio alle 18, infatti, i rossoneri inaugureranno la 29esima giornata di campionato, ospitando a San Siro una Roma in forma, reduce dal successo nel turno precedente contro il Genoa.

La testa di qualche giocatore, e soprattutto di gran parte della tifoseria milanista, è già alla sfida di Champions League contro il Barcellona, ma Allegri vuole tenere alta la concentrazione, consapevole del fatto che un risultato negativo contro i giallorossi condizionerebbe il proseguo del campionato. “Siamo concentrati solo sulla Roma – ha dichiarato l’allenatore del Milan nella conferenza stampa della vigilia -. Loro nella fase di possesso giocano bene come all’inizio e sono migliorati molto anche in quella di non possesso: dietro sono più attenti e nelle ultime due gare non hanno preso gol. Domani (oggi ndr) ritroveranno anche Totti ed hanno tanti giovani maturati rispetto al girone d’andata, tutti di ottimo valore. Lottano per il terzo posto, quindi dovremo fare una partita molto buona sotto l’aspetto tecnico, ottima come intensità e sotto il profilo dell’attenzione”.


Allegri, poi, durante l’incontro con i giornalisti, ha parlato anche della situazione relativa agli infortunati. “Boateng sarà a disposizione contro la Roma, ma ho la fortuna di avere una rosa ampia sebbene gli infortuni non ci consentano di far rifiatare chi gioca sempre – ha spiegato il tecnico livornese -. Sarà disponibile anche Aquilani mentre Thiago Silva ha un leggero affaticamento ma dovrebbe farcela. Pato? L’unica casistica certa è che si sia fatto male solo a San Siro”.

Contro la Roma, poi, Allegri dovrà fare a meno anche di Robinho e di Inzaghi, entrambi acciaccati, mentre Mexes rientrerà dalla squalifica. Nel 4-3-1-2 del Milan, dunque, davanti ad Abbiati, la linea difensiva sarà composta da Thiago Silva e Mexes, con Bonera e Zambrotta sulle corsie laterali. Ancora indisponibile Abate, mentre Nesta si accomoderà in panchina. Antonini è squalificato. A centrocampo, poi, spazio a Van Bommel, Nocerino e Muntari, con Emanuelson ancora nel ruolo di trequartista. In attacco, accanto ad Ibrahimovic, El Shaarawy sembra favorito su Maxi Lopez. Panchina per il rientrante Boateng.

Luis Enrique, dal canto suo, avrà di nuovo a disposizione il capitano Francesco Totti, che davanti comporrà un temibile tridente insieme a Borini ed Osvaldo. A centrocampo tornerà anche Pjianic, mentre l’unico dubbio del tecnico asturiano riguarda a sinistra, con Jose Angel favorito su Rosi.

Matteo Porfiri