Conte non si fida della squadra di Attilio Tesser, ma vuole vincere per continuare a rimanere in vetta e avvicinarsi allo scudetto

Antonio Conte, tecnico della Juventus ( foto dalla rete)

Continua la corsa della Juventus verso il sogno, come chiamato dal suo allenatore, e Novara sarà un’altra tappa fondamentale. Antonio Conte lo sa bene e, nella consueta conferenza stampa di presentazione alla gara, suona la carica: “Per domani chiedo il massimo, anche se dovremo fare molta attenzione.  Sono sicuro che i ragazzi non mi deluderanno, fino a questo momento hanno fatto cose straordinarie, passi da gigante”.

Poi spegne i facili entusiasmi: “Non abbiamo vinto ancora niente, anche perché mancano quattro gare. Il Novara contro la Lazio ha dimostrato di non avere l’approccio di compagine retrocessa. Domani farà la sua gara, non si chiuderà, e cercherà di metterci in difficoltà”. Sulla formazione: “Devo decidere su Del Piero e Quagliarella, leggermente acciaccati. Posso contare, comunque, su giocatori che hanno grande entusiasmo, come Borriello“.


Infine, un parere su la presenza di Platinì e Boniperti, attesi sulle tribune del “Piola”, e sull’addio di Guardiola: “Vogliamo fare bella figura dinanzi a lui (Roi Michel ndr), questo è un altro obiettivo, un motivo in più per far bene. Il calcio ti assorbe molte energie, sotto tutti i punti di vista. Capisco Pep. In questi anni il Barcellona ha rappresentato l’esempio da seguire”.

Come sempre un Conte tenace che vuole oltrepassare l’ennesimo ostacolo di questa stagione difficile e stressante. Per quanto concerne la formazione, sarà confermato il 3-5-2 con due varianti rispetto all’incontro vinto mercoledì in casa del Cesena. A centrocampo, sulla fascia destra, ci sarà Lichtsteiner e non Caceres, mentre in avanti, vista la squalifica di Matri e le non perfette condizioni di Quagliarella e Del Piero, dovrebbe essere Marco Borriello a far coppia con Mirko Vucinic.

Ricapitolando, dunque, davanti a Buffon, difesa composta da Barzagli, Bonucci e Chiellini. A centrocampo, oltre allo svizzero ex Lazio, ci saranno Vidal, Pirlo, Marchisio e De Ceglie. In attacco, appunto, i due ex Roma, Vucinic e Borriello. Arbitrerà l’incontro il signor Celi.

 

Matteo Brancati