Home Calciatori e Club Notizie calcio Allenatori Arbitri Campioni Marcatori Albo d'oro Contatti
         Home > Articolo
 ITALIA
  Serie A
  Serie B
  Serie C - A
  Serie C - B
  Serie C - C
  Serie D
  Primavera 1
  Primavera 2A
  Primavera 2B
  04/05/2011 - Il grande Torino: dalla storia alla leggenda

Sono trascorsi ben 62 anni da quel pomeriggio nel quale si interruppe la storia di una grande squadra

4 maggio 1949 - 4 maggio 2011: sono ormai trascorsi ben 62 anni da quel triste e uggioso pomeriggio di un'ormai avanzata primavera nel quale la storia del Grande Torino si interruppe bruscamente, e da storia diventò Leggenda. Un breve attimo, l'impatto, il boato: alle 17.05 il tempo era pessimo con nuvole basse e pioggia battente. Dopo l'ultimo contatto con la stazione radio, forse a causa del maltempo o di un guasto all'altimetro, l'aereo si schiantò contro la Basilica di Superga, avvolta in una fitta nebbia. Lo sgomento fu enorme ed il compito più triste di tutti toccò a Vittorio Pozzo, che dovette procedere al riconoscimento delle salme dei suoi ragazzi.

Nella tragedia di Superga perirono trentuno persone fra atleti, dirigenti, giornalisti e membri dell'equipaggio. Nell'incidente persero la vita: i giocatori Valerio Bacigalupo, Aldo Ballarin, Dino Ballarin, Emile Bongiorni, Eusebio Castigliano, Rubens Fadini, Guglielmo Gabetto, Ruggero Grava, Giuseppe Grezar, Ezio Loik, Virgilio Maroso, Danilo Martelli, Valentino Mazzola, Romeo Menti, Piero Operto, Franco Ossola, Mario Rigamonti, Giulio Schubert e gli allenatori Egri Erbstein, Leslie Levesley, il massaggiatore Ottavio Cortina con i dirigenti Arnaldo Agnisetta, Andrea Bonaiuti ed Ippolito Civalleri. Morirono inoltre tre dei migliori giornalisti sportivi italiani: Renato Casalbore (fondatore di Tuttosport), Renato Tosatti (Gazzetta del Popolo) e Luigi Cavallero (La Stampa) ed i membri dell'equipaggio Pierluigi Meroni, Celeste D'Inca, Celeste Biancardi e Antonio Pangrazi.

La Storia, quella con la "S" maiuscola ebbe inizio dieci anni prima, con l'arrivo al timone della società granata di Ferruccio Novo, che acquisì il Torino dall'ingegnere Cuniberti. Si trattò di una vera e propria svolta per la società granata; Ferruccio Novo, grazie alle sue doti di mecenate ed attento amministratore e con l'aiuto di validi elementi quali Janni, Ellena e Sperone, riuscì a costruire la squadra nota a tutti come "Grande Torino", ancor oggi inimitabile.
La prima dell'era "Novo" fu una stagione di studio. Arrivarono il difensore Piacentini ed il centravanti Franco Ossola: il Varese lo lasciò partire per ben 55.000 lire, cifra rilevante per il mercato dell'epoca. Nel campionato 1940/41 il Torino fu settimo, con l'allenatore austriaco Tony Cargnelli. Bologna ancora Campione d'Italia, mentre capocannoniere granata si laureò subito Ossola con 15 reti in 22 partite.
Nell'estate '41 il presidente acquistò Menti II dalla Fiorentina, Ferraris II dall'Inter e tre giocatori dalla Juventus: Bodoira, Borel e Guglielmo Gabetto, detto "Il Barone". Nella stagione 1941/42 il Torino di Andrea Kutik si piazzò secondo, a tre punti dalla Roma, pur potendo vantare il miglior attacco del torneo con 60 reti segnate.
Ma Novo non era ancora soddisfatto. Per il campionato 1942/43 ingaggiò Loik e Mazzola dal Venezia, Grezar dalla Triestina e affidò la direzione tecnica della prima squadra a Janni, che sostituì Kutik. I granata partirono male subendo due sconfitte consecutive contro l'Ambrosiana ed il Livorno, ma nel derby della terza giornata batterono 5-2 la Juve. Il torneo fu un lungo testa a testa tra Torino e Livorno, risolto solo all'ultima giornata, grazie al gol decisivo di Valentino Mazzola che andò a segno contro il Bari: Torino 44 punti, Livorno 43.
Dopo 15 anni il Torino vinse di nuovo lo scudetto, il primo dei cinque consecutivi. Nella stagione 1942/43 il Toro si aggiudicò anche la seconda Coppa Italia con un record senza precedenti: 5 vittorie su 5 partite contro Anconetana, Atalanta, Milan, Roma e Venezia, 20 reti fatte e 0 subite.
A causa della seconda guerra mondiale il campionato del 1944 venne diviso in due gironi: i bombardamenti rendevano difficile lo spostamento delle squadre. Il Torino assunse il nome Torino-Fiat e schierò anche Silvio Piola al fianco di Mazzola e Gabetto. Lo scudetto di guerra lo vinse, a sorpresa, il 42° Reggimento dei Vigili del Fuoco di La Spezia, in finale contro il Torino, sconfitto 2-1.

Il campionato cercò di tornare lentamente alla normalità a partire dalla stagione 1945/46: il torneo, tornato su scala nazionale, prevedeva ancora una prima fase territoriale, figlia delle difficoltà logistiche che ancora la facevano da padrone in Italia. I granata trionfarono ampiamente nel girone eliminatorio e andarono poi a conquistare lo scudetto battendo la Juventus nello scontro diretto alla penultima giornata e cucendosi definitivamente al petto il tricolore negli ultimi novanta minuti, quando rifilarono nove reti al Livorno, mentre i cugini bianconeri non andarono oltre il pari a Napoli. E' il secondo scudetto dell'era Novo, il terzo della storia del Toro.
Ancora più roboante il successo nella stagione successiva, quella del 1946/47: i granata partirono bene e terminarono meglio. Se fino a metà campionato i giochi rimasero aperti, non così avvenne nella seconda parte del torneo, quando Mazzola e compagni inanellarono una striscia di sedici risultati utili consecutivi (di cui 14 vittorie) e si aggiudicarono così nuovamente lo scudetto. Il Torino era una squadra che giocava bene, divertiva e faceva sognare. L'attacco quell'anno risultò stellare: 104 reti segnate, quasi tre gol a partita di media, e Mazzola che a fine anno conquistò la palma di capocannoniere.

Quello della stagione 1947/48 fu non solo il miglior Toro di tutti i tempi, ma anche una delle più forti squadre di sempre. La classifica dei bomber fu vinta da Boniperti con 27 reti, Mazzola ne segnò 25 e Gabetto 23. Questi i primati stabiliti dai granata nella stagione 1947/48: massimo punteggio in classifica, 65 punti in 40 gare; massimo vantaggio sulle seconde classificate, 16 punti a Milan, Juve e Triestina; vittoria in casa più netta, 10-0 all'Alessandria; 29 vittorie complessive su 40 partite giocate; maggior sequenza di gare utili, 21 partite senza mai perdere, dalla ventesima alla quarantunesima, con 17 vittorie e 4 pareggi; maggior numero di punti in casa, 39 su 40; 19 partite vinte su 20 al Filadelfia; maggior numero di reti segnate, ben 125; minor numero di reti subite, solo 33.

Per il campionato 1948/49 il Torino si affidò al nuovo allenatore inglese Leslie Lievesley. Si trattò di un torneo combattuto, Inter e Milan principali avversarie dei campioni d'Italia. Il Torino terminò il girone d'andata in testa alla classifica a pari merito con il Genoa. Il 30 aprile a S. Siro il Torino, in vantaggio di quattro punti nel campionato, pareggiò (0-0) con l'Inter, ponendo un'ipoteca decisiva per la conquista dell'ennesimo scudetto. Poi la squadra si fermò a Milano: i granata erano attesi martedì 3 maggio da una gara amichevole a Lisbona contro il Benfica.
La sequenza trionfale del Grande Torino si interruppe tragicamente il 4 maggio 1949 alle ore 17,05. I giocatori del Torino tornavano a casa da una trasferta a Lisbona per una partita contro il Benefica, concordata tra i due capitani delle squadre.
Mazzola e Ferreira si erano conosciuti in occasione della gara tra Italia e Portogallo giocata a Genova. Ferreira chiese a Capitan Valentino di disputare con un'amichevole contro il Torino in occasione del suo addio al calcio. Mazzola si disse d'accordo e l'intesa fu presto raggiunta. L'incontro fu fissato per martedì 3 maggio 1949 ed il Torino ottenne dalla Federazione il permesso di anticipare al 30 aprile la sfida con l'Inter. La gara contro il Benfica fu una vera amichevole, la formazione granata sconfitta 4-3 con grandi applausi al capitan Ferreira che abbandonava il calcio, in uno stadio gremito da quarantamila persone. Di ritorno da Lisbona, la tragedia. Nessuno si salvò.
Due giorni dopo l'intera città di Torino si strinse intorno alla squadra, vero simbolo di un'epoca. Una lunga, ininterrotta processione rese omaggio alle bare allineate a Palazzo Madama e mezzo milione di persone partecipò ai funerali il 6 maggio 1949.
Erano presenti alle esequie rappresentanze di tutte le squadre italiane e di molte squadre straniere, un giovane Andreotti in nome del governo ed il Presidente della Federazione Gioco Calcio, Ottorino Barassi, che fece l'appello della squadra come dovesse scendere in campo. Scrisse Indro Montanelli: "Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta."
Di quella grande squadra si salvarono solo tre giocatori che per svariati motivi non parteciparono alla trasferta portoghese: il secondo portiere Renato Gandolfi che cedette il posto a Dino Ballarin, Sauro Tomà infortunato al ginocchio e Luigi Gandolfi, un giovane del vivaio granata. Si salvarono anche Ferruccio Novo, alle prese con una brutta broncopolmonite, ed il grande telecronista Nicolò Carosio che rimase a casa per la cresima del figlio.
La stagione 1948/49 fu portata a termine dalla formazione giovanile del Torino, che disputò le restanti quattro gare contro le formazioni giovanili delle altre squadre. Il Torino vinse tutte le rimanenti partite, chiudendo il campionato 1948/49 con 60 punti, cinque di vantaggio sull'Inter, seconda in classifica. Ma fu un trionfo amaro, segnato dall'indelebile ricordo della tragedia.

Il 26 maggio 1949 venne organizzata allo stadio Comunale una partita il cui incasso era destinato ai familiari delle vittime. Contro il grande River Plate si schierò il Torino Simbolo, un gruppo di undici fuoriclasse prestati da tutte le squadre, che indossarono la maglia granata. Per il Toro giocarono Sentimenti IV, Manente, Furiassi, Annovazzi, Giovannini, Achilli, Nyers, Boniperti, Nordhal, Hansen, Ferrari II, Lorenzi, mentre stella degli argentini era Di Stefano. In un Comunale al limite della capienza la partita-spettacolo terminò 2-2.


(fonte www.torinofc.it)


  
  Archivio
  24/08/2011: Champions League: Udinese-Arsenal 1-2
  24/08/2011: Notizie calcio: rottura Lega A-Aic, difficile evitare lo sciopero
  24/08/2011: Calcio internazionale: la Spagna perde la leadership nel ranking FIFA
  24/08/2011: Statistiche calcio: all'Udinese in Europa riuscita solo una rimonta dopo la sconfitta dell'andata
  24/08/2011: Vittorio Prete: il calciatore più cliccato il 23 agosto
  24/08/2011: Champions League: l'Udinese a caccia della qualificazione contro l'Arsenal
  24/08/2011: Champions League: Bayern in scioltezza. Rimonta Villarreal con doppietta di Rossi
  23/08/2011: Coppa Italia Lega Pro: il programma della terza giornata
  23/08/2011: Calciomercato: Andrea Soncin firma per l' Ascoli
  23/08/2011: Scarpe da calcio personalizzate, ordinale qui.
  23/08/2011: Champions League: si giocano cinque gare per l'accesso al tabellone principale
  22/08/2011: Lega Pro: Mastronunzio firma per lo Spezia
  22/08/2011: Calcio amichevole: Barcellona-Napoli 5-0
  22/08/2011: Emanuele Giaccherini: il calciatore più cliccato il 22 agosto
  22/08/2011: Calciomercato: Juve, vicinissimo Giaccherini.
  22/08/2011: Coppa Italia dilettanti: i risultati del turno preliminare
  22/08/2011: Tim Cup: tutti i risultati del terzo turno eliminatorio
  21/08/2011: Coppa Italia Lega Pro: tutti i risultati del secondo turno
  20/08/2011: David Mounard: il calciatore più cliccato il 20 agosto
  20/08/2011: Tim Cup: il programma del terzo turno eliminatorio
  19/08/2011: Calcioscommesse: Atalanta ed Ascoli rimangono a -6
  19/08/2011: Emerson Ramos Borges: il calciatore più cliccato il 18 agosto
  19/08/2011: Europa League: i risultati di andata del turno di playoff
  18/08/2011: Calcio: la Roma ufficialmente di DiBenedetto
  18/08/2011: Calciomercato: Juve, quanti nomi per la sinistra! E in difesa...
  18/08/2011: Europa League: si gioca l'andata dei playoff
  18/08/2011: Serie D: ecco il calendario della stagione 2011/12
  18/08/2011: Coppa Italia Lega Pro: tutti i risultati del primo turno
  18/08/2011: Andrea Pippa: il calciatore più cliccato il 17 agosto
  17/08/2011: Serie B: Adjelkovic, “Qui ad Ascoli per giocare”
  17/08/2011: Champions League: i risultati del mercoledi del turno preliminare
  17/08/2011: Champions League: risultati e marcatori del martedi del turno preliminare
  17/08/2011: Champions League: Arsenal-Udinese 1-0
  16/08/2011: Champions League: stasera Arsenal-Udinese
  15/08/2011: Calciomercato: Samuel Eto'o sembra pronto per la Russia
  15/08/2011: Tim Cup: tutti i risultati della domenica del secondo turno
  15/08/2011: Tim Cup: Giacomo Beretta schianta il Taranto
  14/08/2011: Tim Cup: i primi risultati del secondo turno
  13/08/2011: Calcio: riparte la Premier. In campo anche Bundesliga e Ligue 1
  13/08/2011: Serie D: varato il campionato 2011/12
  13/08/2011: Serie A: Roberto Donadoni non è più l'allenatore del Cagliari
  12/08/2011: Serie D: gli accoppiamenti della Coppa Italia
  12/08/2011: Serie B: Ascoli, preso il difensore Peccarisi
  12/08/2011: Lega Pro: varati i calendari di I e II Divisione
  12/08/2011: Calcio: Azzurri battuti dai Campioni del Mondo solo 3 volte su 15
  12/08/2011: Serie A: Jonh Elkann interviene sulla questione dello scudetto 2006
  11/08/2011: Giuseppe Sifonetti: il calciatore più cliccato l'11 agosto
  11/08/2011: Lega Pro: Salvatore Amirante firma per il Savona
  11/08/2011: Calcio: tre squilli della Germania al Brasile, Francia fermata dal Cile
  11/08/2011: Lega Pro: il giudice ordina il tesseramento alla Lega Pro di Ameth Fall
  11/08/2011: Serie B: Papa Waigo: 'Ascoli, la scelta giusta'.
  11/08/2011: Jacopo Fanucchi: il calciatore più cliccato il 10 agosto
  11/08/2011: Calcioscommesse: la reazione del presidente dell'Atalanta Percassi
  11/08/2011: Calcio: Italia-Spagna 2-1
  11/08/2011: Calciomercato: il punto sui movimenti delle big europee
  11/08/2011: Lega Pro: la Paganese vuol ripartire insieme coi suoi tifosi
  10/08/2011: Scudetto 2006: la Juventus non si arrende
  10/08/2011: Serie B: Ascoli, ecco Papa Waigo e Andjelkovic
  10/08/2011: Fabio Lauria: il calciatore più cliccato il 9 agosto
  10/08/2011: Lega Pro: due acquisti per il Savona
  09/08/2011: Calciomercato: l'Inter prepara la rivoluzione d'estate
  09/08/2011: Serie A: Fiorentina, il punto sul mercato
  09/08/2011: Lega Pro: il Catanzaro inserito in II Divisione girone B
  09/08/2011: Calcioscommesse: ecco le sentenze di primo grado
  08/08/2011: Tim Cup: date ed orari del secondo turno preliminare
  08/08/2011: Calcio d'agosto: verso Italia-Spagna
  08/08/2011: Inter, Sneijder chiede di partire...secondo il Sun
  08/08/2011: Serie B: Ascoli, obiettivi Calderoni e Montiel
  08/08/2011: La Lega Pro è una fucina di talenti
  08/08/2011: Nazionale: parte il countdown per la sfida con la Spagna
  08/08/2011: Serie D: ripescate dieci società
  08/08/2011: Notizie calcio: la rinascita del calcio tedesco
  08/08/2011: Notizie calcio: si riaffaccia la possibilità di sciopero dei calciatori
  08/08/2011: Coppa Italia: i risultati dei primo turno preliminare
  07/08/2011: Coppa Italia: delude la Pro Patria di Cusatis
  07/08/2011: Fiorentina: Andrea Della Valle scrive ai tifosi viola
  06/08/2011: Lega Pro: la nuova Paganese delude in amichevole
  06/08/2011: Serie B: Ascoli, probabile scambio Soncin-Giallombardo
  06/08/2011: Supercoppa Italiana: Milan-Inter 2-1
  06/08/2011: Juve, per la sinistra spunta Elia. Cuneo battuto 8-0
  05/08/2011: Vittorio Bernardo: il calciatore più cliccato il 5 agosto
  05/08/2011: Serie A: il programma delle amichevoli del Novara
  05/08/2011: Il Barcellona, la squadra più intelligente al mondo
  05/08/2011: Supercoppa Italiana: -1 al derby
  05/08/2011: Europa League: sorteggio benevolo per Roma e Lazio
  05/08/2011: Lega Pro: Dino Fava firma per la Paganese
  05/08/2011: Champions League: l'Udinese pesca l'Arsenal
  05/08/2011: Champions League: oggi il sorteggio del turno preliminare
  05/08/2011: Calciomercato: Juventus, tra Chiusa Pesio e mercato....
  05/08/2011: Europa League: tutti i risultati del terzo turno preliminare
  05/08/2011: Europa League: Thun-Palermo 1-1
  04/08/2011: Calciomercato: Inter, M'Vila e Gago le alternative a Casemiro
  04/08/2011: Francesco Ripa: il calciatore più cliccato il 4 agosto
  04/08/2011: Serie B: Ascoli, nel mirino Andelkovic e Cristiano
  04/08/2011: Calcio: Destini diversi per le tre neopromosse in A
  04/08/2011: Lega Pro: ripescate cinque squadre in I Divisione
  04/08/2011: Europa League: il Palermo deve vincere per superare il Thun
  04/08/2011: Calcioscommesse: l'Ascoli non ci sta
  03/08/2011: Salvatore Carboni: il calciatore più cliccato il 3 agosto
  03/08/2011: Calcioscommesse: le richieste del procuratore Palazzi
  
Credits - Condizioni di utilizzo e Privacy - Sitemap - Archivio notizie calcio - RSS Notizie - Collabora con noi - Background Photo by Thomas Serer on Unsplash
Norz S.r.l.
Via Luciano Manara, 136
S. Benedetto del Tronto
63074 Ascoli Piceno
P.IVA 01907810442

Norz.it
TuttoCalciatori.Net, settimana n°370
Settimanale iscritto al Registro della Stampa
presso il Tribunale di Ascoli Piceno.
Iscrizione n. 493 del 25/05/2011
Registrazione al ROC n° 21496 del 15/09/2011
Direttore Responsabile: Domenico Marocchi
  Girone A
  Girone B
  Girone C
  Girone D
  Girone E
  Girone F
  Girone G
  Girone H
  Girone I