I rossoneri in Lega Pro schierano due prodottti del vivaio del Barcellona

Riverola

Riverola

Il Foggia tenta il salto in serie B. La serie cadetta manca dal 1998, ben 17 anni. Tanti per una piazza importante e calorosa come quella pugliese. La società vuole centrare l’agognato obiettivo e, dopo aver affidato la panchina a Roberto De Zerbi, sta assemblando una squadra che sia in grado di lotatre per la vittoria del campionato.

I pugliesi avevano già piazzato tre colpi importanti con gli arrivi di Coletti, Floriano e Angelo. Mentre non si è concluso finora con successo il tentativo per l’attaccante Viola. Ora è arrivato anche il quarto innesto,  dal Bologna giunge allo Zaccheria Marti Riverola, talento catalano che ha mosso i primi passi nel settore giovanile del Barcellona e che lega al club pugliese per i prossimi due anni.

24enne centrocampista centrale di qualità, è cresciuto nella cantera blaugrana come Sainz Maza, altro elemento dello scacchiere a disposizione di De Zerbi. In Catalogna la migliore stagione di Riverola è stata nel 2011-12 con 31 gare e 5 gol nel Barcellona B. Con Guardiola esordisce anche in Champions League al Camp Nou in una partita contro i bielorussi del Bate Borisov. Poi il passaggio al Bologna con cui esordisce in Serie A, torna in Spagna in prestito al Maiorca (15 presenze e 1 gol).  A gennaio di quest’anno non trovando spazio in rossoblù si è trasferito in Austria all’Altach. Ora per lui una nuova avventura a Foggia, dove trova un altro ex-canterano del Barcellona classe ’93, Miguel Sainz Maza, trequartista-ala ex-Reggina che nell’ultima stagione ha collezionato con i diavoli 22 presenze e 4 gol.