Bel gesto di fair play a Termoli con un rigore calciato fuori volutamente.

Gabriele Gori

Gabriele Gori (foto: pisasportingclub.com)

Si sono giocate le gare dei quarti di finale di ritorno della Coppa Italia Dilettanti che darà alla squadra vincitrice la promozione diretta in serie D. Nessun problema per il Verbania che, forte dei tre gol di vantaggio, controlla nella gara di ritorno il Fersina Perginese e centra la semifinale senza troppo faticare. Riesce allo Sporting Pisa di ribaltare il risultato di 0-1 maturato a Tolentino e vincere per 2-0 con un gol per tempo di Gori e Beltramme. Vince col minimo scarto e passa alle semifinali il Termoli che dopo il 2-2 dell’andata ha la meglio per 1-0 sulla Torres che presentava diverse assenze tra infortuni e squalifiche.

Gli isolani avranno proprio domenica il match point per andare in D vincendo la gara con il Calangianus che darebbe la matematica promozione nella serie superiore. Nel finale di gara bel gesto di fair play del calciatore del Termoli Vittorio Esposito che decide di calciare volutamente fuori un rigore troppo generosamente fischiato dal direttore di gara. Tutto il pubblico applaude un bel gesto che rimarrà nelle memorie dei presenti.


Passaggio in semifinale col brivido per il Bisceglie (da tutti indicata come la favorita alla vittoria finale) che si presentava a Soverato col vantaggio di due gol ma i baresi si sono trovati sotto di due gol in poco tempo con i calabresi che avevano pareggiato i conti. Alla fine, però, i nerazzurri sono riusciti a spuntarla dopo la lotteria dei calci di rigore. Brutto episodio pre partita con il Bisceglie che ha subìto una aggressione da un gruppo di facinorosi.

Fersina Perginese-Verbania 0-0 (0-3)
Sporting Pisa-Tolentino 2-0 (0-1)
27′ Gori, 54′ Beltramme
Termoli-SEF Torres 1-0 (2-2)
76′ Crispino
Soverato-Bisceglie 4-5 d.c.r. (0-2)

Questi gli accoppiamenti delle semifinali:

Verbania-Sporting Pisa
Termoli-Bisceglie