I rossoblu mantengono il minimo vantaggio nella prosecuzione del match.

simone zaza attaccante ascoli (foto dal web)

simone zaza attaccante ascoli (foto dal web)

Crotone – Ascoli atto secondo. Allo “Scida” va di scena il recupero valido per il 29° turno del campionato di Serie Bwin rinviata il 2 marzo scorso per via del terreno di gioco reso impraticabile dalla pioggia con i pitagorici in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Maiello. Drago, dopo due sconfitte consecutive cerca di portare a casa questa vittoria importantissima sia in chiave classifica che per il morale del gruppo. L’Ascoli invece dopo la bella vittoria di giovedi scorso contro il Grosseto in casa, ha tutta l’intenzione di ribaltare il risultato cercando punti importanti in chiave salvezza. Al 5’ Ascoli pericoloso.

La linea difensiva sbaglia il movimento e Zaza scatta sul filo del fuorigioco scegliendo bene il tempo, l’attaccante appena entrato in area cerca il diagonale sul palo lontano, Caglioni riesce a deviare e il pallone che sbatte sul palo e rientra in campo con Mazzotta che riesce a liberare. Pochi minuti dopo è Loviso dalla distanza a cercare il colpaccio, ma l’estremo difensore rossoblù è ancora pronto a deviare in angolo. Nelle prime battute sono sempre i marchigiani ad essere pericolosi, soprattutto sfruttando le ripartenze su Zaza. All’11 Loviso serve l’attaccante con un lancio da 40 metri, stop al volo e tiro in corsa per Zaza, ma Caglioni è pronto alla presa in due tempi a terra. Al 14’ primo sussulto rossoblù. Eramo crossa dal limite per la testa di Pettinari, che ostacolato regolarmente da un difensore colpisce debolmente di testa e Maurantonio riesce a bloccare senza grossi pericoli. Al 23’ ancora Ascoli pericoloso.


Russo si libera bene in area e cerca il palo lontano alla destra di Caglioni, ma l’estremo difensore è bravo a deviare il pallone in angolo. Il Crotone si fa vedere sui calci piazzati. Al 24’ Del Prete dalla trequarti per la testa di Eramo che pero’ sbaglia mira e manda di poco a lato. Al 36’ ancora Crotone. Maiello recupera palla su un passaggio errato di Loviso e dopo uno scambio con Eramo, dal limite lascia partire un destro che finisce di poco alto sopra la traversa di Maurantonio. Al 39’ è l’Ascoli che per poco non approfitta di un disimpegno difensivo errato del Crotone. Vinetot di testa sbaglia l’appoggio ne approfitta Soncin, ma l’offensiva bianconera è fermata per una posizione di fuorigioco dell’attaccante sul successivo passaggio di Zaza. Nei minuti finali gli ospiti ci provano ancora sui calci piazzati, Loviso dalla destra crossa bene per la testa di Zaza, ma l’attaccante non riesce ad imprimere la giusta forza e angolatura e Caglioni blocca a terra. Dopo 3’ di recupero Gavillucci decreta la fine dell’incontro. Dopo il fischio finale rosso sventolato in faccia a Zaza, reo di aver colpito Ligi. Il Crotone porta a casa 3 punti importantissimi e si porta a 42 raggiungendo il Padova. L’Ascoli rimane a quota 40, ma almeno per quello visto in campo in questi 45’ minuti avrebbe certamente meritato di più.

Il Tabellino:
CROTONE (4-3-1-2): Caglioni, Del Prete, Vinetot, Ligi, Mazzotta; Matute, Crisetig, Eramo; Maiello (42’ Addae); Gabionetta, Pettinari. A Disp. De Luca, Migliore, Galardo, De Giorgio, Ciano, Checcucchi, Addae. Drago.
ASCOLI (4-3-3): Maurantonio, Russo, Faisca, Lettigimo, Scalise; Di Donato (40’ Ruzzier) , Loviso, Prestia; Soncin, Zaza, Feczesin. A Disp. De Bellis, Scognamiglio, Ricci, Conocchioli, Pasqualini, Graham Ruzzier. All. Pergolizzi.
Arbitro: Gavillucci di Latina. Ass. Di Vuolo – Ranghetti. 4° Ufficiale Zappatore.
Marcatori: 31’ Maiello.
Spettatori: 3800 circa Angoli: 3-3 Rec. 0’ PT Ammoniti: Feczesin, Prestia (AS) Addae (KR) Espulso Zaza (AS)

Giuseppe Durante