Gli etnei hanno evitato la Serie D grazie alle ammissioni di colpa del presidente Pulvirenti. In arrivo anche una forte penalizzazione che quindi ostacolerà la corsa all’immediato ritorno in B.

pulvirentiIl Catania ripartirà dalla Lega Pro e per di più con un robusta penalizzazione. E’ questo l’annuncio della Gazzetta dello Sport sulle sanzioni che la Procura Federale richiederà in settimana all’avvio del Processo sportivo per l’inchiesta “I treni del gol”. Sarà Stefano Palazzi a richiedere queste sanzioni che, a meno di colpi di scena, saranno esecutive dopo il primo grado di giudizio. Tutto questo grazie all’articolo 24 che prevede in caso di ammissione delle responsabilità e di collaborazione fattiva la riduzione della sanzione. Pulvirenti, grazie alle sue immediate ammissioni di colpa e alla collaborazione nell’indicare i dirigenti e calciatori coinvolti, ha permesso al Catania di potersi appigliare a questo articolo e quindi evitare anche la Serie D. Dunque ecco che il club etneo con ogni probabilità sarà retrocesso in Lega Pro e dovrebbe vedersi comminata una penalizzazione di circa 10 punti che di fatto dovrebbe impedire, a meno di uno strepitoso campionato, un’immediata risalita in Serie B. E Pulvirenti? Per lui saranno 5 o 6 gli anni di squalifica così come pesante sarà anche la squalifica per l’ex Amministratore delegato del Catania Pablo Cosentino. Tutta da valutare invece la posizione dei giocatori coinvolti…spetterà a Palazzi indicare le pene richieste.