Un altro sfortunato ko rischia di rovinare definitivamente le ambizioni stagionali.

Il presidente del Perugia Massimiliano Santopadre mostra con fierezza il grifone tatuato

Il presidente del Perugia Massimiliano Santopadre mostra con fierezza il grifone tatuato

Sei sconfitte nelle ultime otto giornate, appena quattro punti ottenuti dal primo gennaio ad oggi e tutte le ambizioni di promozione del club sfumate. Il Perugia sta vivendo il peggior momento stagionale e forse il peggior momento da quando è tornato in serie B. Prima di questa crisi la squadra era stabilmente in zona play off ed il lavoro di mister Bisoli sembrava aver dato un’identità precisa ai suoi ragazzi. Poi qualcosa si è rotto, forse la forma fisica è venuta meno e così la squadra è scesa al tredicesimo posto, a nove punti dalla zona play off ma soprattutto a solo quattro punti dalla zona play out.

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE
Massimiliano Santopadre, presidente degli umbri, colui che ha preso il club nell’allora C2 per riportarlo in alto, aveva cercato di spronare i suoi ragazzi e tutto l’ambiente prima della gara con l’Entella. Il patron aveva mostrato il tatuaggio del “grifo”, simbolo del Perugia, sul suo braccio eclamando che lui non avrebbe mollato. Nonostante questo però a Chiavari è arrivata un’altra sconfitta per 2-1. Un ko davvero sfortunato visto che gli umbri hanno concesso un calcio di rigore all’Entella al 93′.

DUE GARE CASALINGHE
Ed ora il Perugia ha due gara casalinghe per il riscatto. Prima il Latina, e poi il derbissimo con la Ternana. 180′ per capire se sarà un finale di stagione tranquillo per i perugini o se la crisi che ha colto la squadra debba davvero iniziare a far tremare i supporters.