I parmensi tornano alla vittoria con un 1-0 al Lentigione: l’Altovicentino resta a -7

Michele Messina difensore del Parma (foto: zimbio)

Michele Messina difensore del Parma (foto: zimbio)

Il più giovane del gruppo scaccia i fantasmi. Vittoria fondamentale per il Parma, che piega di misura il Lentigione. Ci vuole un gol del terzino Michele Messina, classe ’96, di destro dal limite dell’area a 17’ dalla fine, per far esplodere il Tardini e allontanare le difficoltà dell’ultimo periodo, scandito da 3 pareggi nelle ultime 4 gare.

Resta quindi immutato il vantaggio sull’Altovicentino, distante 7 punti dopo la vittoria sul Castelfranco. Ma per lunghi minuti la squadra di Apolloni ha tremato, temendo di scivolare solo a +5 a causa dell’ennesima X. La prestazione offerta contro la squadra di Zattarin non è stata certo tra le migliori stagionali, ma mai come questa volta contava vincere.


Il tecnico crociato ha puntato in avvio su un inedito 4-3-1-2, con Ciccio Corapi alle spalle di Baraye e Musetti, ma così facendo, pur tenendo stabilmente l’iniziativa, il Parma ha attaccato prevalentemente per vie centrali, favorendo l’ottima disposizione difensiva degli ospiti, che nel primo tempo hanno concesso solo una punizione sul fondo di Corapi e un filtrante di Baraye per Musetti, anticipato dal portiere. Più ritmo nella ripresa, durante la quale il Lentigione non ha cambiato atteggiamento, soffrendo però alla lunga il forcing del Parma, corretto da Apolloni con i chili di Longobardi per Musetti e la vivacità di Mazzocchi per Simonetti, mosse che hanno riportato la squadra al 4-2-3-1.

A furia di attaccare, dopo una traversa di Baraye su corner e un colpo di testa sul fondo sempre da angolo proprio di Messina, è arrivato il gol liberatorio, con il numero 2 puntuale all’appuntamento con il cross arretrato di Baraye dalla sinistra. Ma nel finale una disattenzione stava per costare carissima al Parma, graziato da Fyda che a 5’ dalla fine incrocia sul fondo solo davanti a Zommers su invito di Pandiani in contropiede. Mercoledì si torna in campo per l’infrasettimanale, ma il Parma non giocherà: la gara contro il Romagna Centro è stata spostata al 13 marzo su richiesta dei romagnoli. I crociati torneranno in campo domenica al Tardini contro la Virtus Castelfranco. Con l’Altovicentino, impegnato nel derby a Legnago, forse, più vicino.

Il tabellino
Parma-Lentigione 1-0
Marcatore: 73’ Messina
Parma (4-3-3): Zommers; Messina, Benassi, Lucarelli, Agrifogli; Simonetti (66’ Mazzocchi), Miglietta, Giorgino; Corapi (77’ Melandri); Musetti (56’ Longobardi), Baraye. (Fall, Adorni, Ricci, Sereni, Guazzo, Lauria). All.: L. Apolloni.
Lentigione (4-4-2): Medioli; Santagiuliana (52’ Candio), Vecchi, Galuppo, Ferrari; Berti, Savi, Roma, Tarana (39’ Fyda); Miftah, Mezgour. (De Angelis, De Vitis, Opoku, Farina, Petito, Vitali, Pandiani). All.: G. Zattarin.
Arbitro: D’Ambrogio (Frosinone)
Ammoniti: Vecchi, Berti, Benassi, Longobardi, Ferrari

Classifica: Parma 69; Altovicentino 62; Forlì 57; San Marino 52; Ribelle 48; Imolese 47; Legnago 46; Delta Rovigo, Correggese 44; Lentigione 42; Virtus Castelfranco 41; Sammaurese 39; ArzignanoChiampo 34; Ravenna 32; Romagna Centro 30; Mezzolara 29; Villafranca Vr 25; Bellaria 21; Clodiense 14; Fortis Juventus 11.