E’ successo durante Real Marcianise-Taranto. I tifosi rossoblù avrebbero aggredito il padre del portiere De Lucia.

tarantoAncora una volta, i tifosi tarantini, ma sarebbe più corretto scrivere la solita parte di tifosi tarantini, si sono resi protagonisti di un episodio di violenza. Tutto è cominciato subito dopo il gol di Marullo, che ha fissato sul 3-3 il risultato di Marcianise-Taranto, gara disputata domenica scorsa. Dal settore dove erano assiepati i circa 200 sostenitori di fede rossoblu è partito un petardo finito in campo nei pressi del portiere del Taranto Victor De Lucia. La deflagrazione ha stordito l’estremo difensore rossoblu provocando, giustamente, le ire del papà del giocatore (accompagnato dalla moglie e dalla fidanzata del portiere) che è stato vigliaccamente aggredito con una serie di schiaffoni. Successivamente un paio di energumeni, che si definiscono tifosi, ha pensato bene di raggiungere il presidente dei pugliesi Elisabetta Zelatore e l’avvocato Tonio Bongiovanni invitandoli, con modi poco ortodossi, ad abbandonare la curva per evitare di incorrere in guai maggiori. Fortunatamente nè il portiere De Lucia, nè suo padre hanno riportato gravi conseguenze.