Diamo uno sguardo al girone A dei prossimi mondiali di Russia, raggruppamento che si preannuncia come uno dei più equilibrati.

Tra i gironi sorteggiati al Cremlino, per il prossimo Mondiale, uno dei più equilibrati è il Gruppo A. Le prime due classificate dovranno affrontare agli ottavi, le prime due del Gruppo B, composto da Iran, Marocco, Portogallo e Spagna, con quest’ultime grandi favorite per il passaggio del turno. Il Gruppo A vede la presenza di Egitto, Arabia Saudita, Uruguay e la Russia padrona di casa.

L’Egitto, allenata dall’ex Inter Héctor Cúper, ha ottenuto in extremis il pass per il terzo mondiale della sua storia con un rigore al 94’, nella sfida contro il Congo. Per la nazionale che detiene il record per il maggior numero di Coppe d’Africa vinte, ovvero 7, potrebbe risultare decisivo lo scontro con la Russia, per assicurarsi almeno il secondo posto. Determinate sarà l’apporto dei giocatori con più esperienze internazionali, tra i quali l’ex Fiorentina Hegazy, il centrocampista dell’Arsenal Elneny e chiaramente Salah, autore in questa stagione già di 56 reti e attualmente primo nella classifica per la Scarpa d’Oro.

Torna al mondiale dopo 12 anni di assenza l’Arabia Saudita. La squadra allenata dallo spagnolo Juan Antonio Pizzi sulla carta è da considerare la “squadra materasso” del girone. I giocatori più rappresentativi sono Fahad Al-Muwallad e Salem Al-Dawsari, entrambi esterni di destra ed entrambi attualmente in Spagna, il primo in forza al Levante ed il secondo al Villareal.

La grande favorita nel girone è sicuramente l’Uruguay. La “Celeste”, dovrebbe agilmente raggiungere il primo posto. Determinate sarà arrivare al Mondiale senza eventuali infortuni o acciacchi agli uomini di punta, in particolare capitan Godin, Cavani e Suarez. “El Maestro” Tabárez, inoltre, potrà fare affidamento su un folto gruppo di “italiani”, come Cáceres della Lazio, Vecino dell’Inter, Torreira e Gastón Ramirez della Sampdoria, Laxalt del Genoa e Lemos del Sassuolo.

Per un approfondimento sulla Russia allenata da Stanislav Cherchesov, vi rimandiamo a http://news.wincomparator.com/it/2018/03/23/mondiali-2018-quanto-vale-la-russia/