Avellino, out Cardinale e Correa. Per l’anticipo, tv su Sportitalia. Zammuto al posto dell’ex Salernitana. Como, Ramella con il dubbio Giambruno, in forse anche Tolendo, mentre sembra recuperato  Diniz.

A.s. Avellino 1912

(Foto Archivio) A.s. Avellino 1912

Anticipo di campionato tra Avellino e Como che si affronteranno questa sera (ore 20:30) nella gara valida come 13a giornata del Campionato di Prima Divisione Girone A. La gara del Partenio-Lombardi sarà trasmessa in diretta dall’emittente televisiva Sportitalia(ore 20:30). Una gara dal profumo di Serie A visto che entrambe le formazioni si sono date battaglia dal 1980 al 1987 (ad eccezione della stagione 1983/84) nel massimo campionato nazionale. In totale sono 24 le sfide tra lariani e lupi, 7 i successi biancoverdi, 6 quelli lombardi e 11 le sfide terminate in parità. L’ultima volta che Avellino e Como si sono incontrate era in Serie B nella stagione 2003/2004: al Partenio la gara di andata valida come 18a  giornata (07.12.2003) fini 0-0; al ritorno l’Avellino espugnò Como con un secco 3a0 anche se al termine della stagione entrambe le formazioni retrocessero in Serie C1.

La gara di questa sera è molto importante per entrambe le formazioni. L’Avellino di Giovanni Bucaro vuole continuare il periodo positivo sia nei risultati che nelle prestazioni, ma soprattutto continuare a fare punti ed allontanarsi il più possibile dalla zona play out. Per i biancoverdi è la 7a gara casalinga in questa stagione; nelle sei precedenti percorso equamente diviso tra vittorie (3) e sconfitte (3). I lupi hanno aperto una mini striscia di 3 partite utili consecutive (5 punti all’attivo) e vogliono proseguirla. La posizione in classifica è (per ora) tranquilla ma non troppo: con 15 punti l’Avellino è giusto a centro classifica con un +5 sulla zona play out e – 5 da quella play off. Come detto da Bucaro in conferenza stampa bisogna restare con i piedi per terra, non sottovalutare nessun avversario e continuare a fare bene con lo stesso impegno e la stessa mentalità offerti nelle ultime prestazioni.


Sulla sponda lombarda si cerca, invece, dopo la vittoria interna sul Carpi (1-0 con un gran goal dell’ex Nicola Ciotola), di riagganciare i play off distanti solo un punto. In 5 gare fuori casa, il Como ha racimolato ben 9 punti, frutto di 3 vittorie e 2 sconfitte.  I lariani sono un avversario ostico e tutt’altro che abbordabile. Oltre all’ex biancoverde Ciotola, nelle fila lombarde ci sono elementi del calibro di Toledo (ex Ravenna, Cremonese , Taranto e Triestina), Diniz (24 presenze in Serie A con il Livorno nella stagione 2009/2010) ma soprattutto il grande sogno dell’estate biancoverde quel Francesco Ripa più volte accostato all’Avellino e poi accasatosi al Como.

Per Giovanni Bucaro contro i lariani, oltre l’assenza di Lucas Correa infortunato, c’è la tegola Cardinale. L’esperto difensore centrale, cardine della difesa biancoverde è stato sospeso per 20 giorni dalla Commissione Disciplinare per irregolarità contrattuale ai tempi della sua militanza nel Potenza. La squalifica di Cardinale è un fulmine a ciel sereno che colpisce la formazione biancoverde, in un reparto che, nonostante i miglioramenti generali della squadra, resta un po’ il tallone d’Achille della formazione irpina. Tanti, troppi goal incassati anche per errori individuali e ingenuità colossali della retroguardia avellinese. Per prendere il posto dell’ex Salernitana,  Zammuto è in vantaggio su Porcaro: l ’ex Piacenza verrebbe dirottato al centro al fianco di Labriola con il pimpante e scalpitante Zappacosta delle ultime uscite che prenderebbe il posto di esterno basso di destra.

A completare il pacchetto arretrato davanti all’intoccabile Fumagalli è ballottaggio sulla sinistra tra Stigliano e Ricci con l’ex Caserta leggermente in vantaggio sul caudino che, a Benevento, non ha convinto appieno il tecnico. Centrocampo a tre oramai consolidato, formato dal trio Malaccari, D’Angelo e Millesi. In avanti a supporto del bomber De Angelis, a destra dovrebbe andare Herrera preferito a Falzerano, mentre a sinistra è lotta ThiamLasagna con Zigoni in agguato. Ovviamente il 4-3-3 disegnato dal trainer siciliano può diventare in corso d’opera anche un più coperto 4-4-2 con l’arretramento sulla linea dei centrocampisti dell’esterno panamense. Indiscrezioni però danno un Arcuri in rampa di lancio a insidiare una maglia di titolare per il centrocampo biancoverde.


QUI COMO: Qualche problema di formazione  per mister Ernestino Ramella. Il tecnico lombardo deve fare a meno dello squalificato Lewandowski e degli infortunati Miello e Bardelloni. Quasi sicuramente sarà costretto a rinunciare anche al portiere titolare Giambruno (stiramento); in più ha il duo Diniz-Toledo non in perfette condizioni. Rispetto alla formazione che ha sconfitto il Carpi nell’ultimo turno quindi potrebbero esserci diversi novità. In porta il ballottaggio per sostituire Giamburo (anche se il tecnico proverà a recuperarlo fino alla fine) è tra Twardzik (classe 1991) e Conti (classe 1989), con il tedesco favorito sull’ex Gallaratese. La difesa a 4 dovrebbe essere composta da Ghidotti, esterno basso di destra, e Som, sul lato opposto. A far coppia al centro della difesa con Urbano uno tra il rientrante Diniz e il sannita Zullo. Tutto dipenderà dalle condizioni del difensore brasiliano. L’ex Benevento, contro il Carpi ha giocato una buona gara e potrebbe essere premiato con la riconferma nella partita contro i lupi viste le non perfette condizioni di Diniz. Nel centrocampo a tre con il playmaker Ardito e Salvi ci sarà Lulli che prenderà il posto dello squalificato Lewandowski. Nel tridente d’attacco l’unico sicuro di un posto dovrebbe essere l’ex Ciotola ; mentre per il ruolo di punta centrale c’è un mini ballottaggio tra l’ex sogno del calciomercato biancoverde Ripa e lo scalpitante Tavares delle ultime uscite. Il portoghese  potrebbe soffiare la maglia da titolare all’ex Nocerina sul filo di lana. Il posto dell’altro esterno è il dubbio maggiore che attanaglia il tecnico dei lariani:la scelta è tra Toledo e Filippi, con il 24enne lombardo che è anche  il capocannoniere del Como con 5 reti. Visto i problemi dell’ex Taranto non è un azzardo ipotizzare Filippi nel tridente iniziale.

Pietro Esposito

————————————————————————————
ULTIMA NOVITA’: aperta la Serie D. Collabora con noi per inserire la TUA SCHEDA CALCIATORE, scrivi a redazione@tuttocalciatori.net
————————————————————————————