Esame estone per l’Irlanda di Giovanni Trapattoni. Cristiano Ronaldo contro una Bosnia incerottata cerca di ipotecare la qualificazione.

Edin Dzeko

Edin Dzeko attaccante Bosnia (Foto dalla rete)

Oltre alla gara amichevole dell’Italia si giocano le quattro partite degli spareggi per l’accesso alla fase finale degli Europei di Polonia-Ucraina. L’Irlanda di Giovanni Trapattoni si ritrova a distanza di due anni a disputare un nuovo spareggio per accedere ad una competizione. L’ultima occasione fu lo scontro con la Francia per la qualificazione ai Mondiali di Sud Africa che si risolse a favore dei transalpini con le grandissime polemiche per il gol convalidato di Henry seguente ad un tocco di mano dell’attaccante francese. Questa volta Trapattoni se la dovrà vedere con l’Estonia, giunta sorprendentemente alle spalle dell’Italia eliminando Serbia e Slovenia. L’Irlanda giocherà questa gara d’andata in trasferta, cosa che rappresenta un piccolo vantaggio.

Il Portogallo parte da favorito nella sfida con la Bosnia alla quale manca praticamente tutta la difesa titolare ma potrà contare sulla coppia Dzeko-Ibisevic, con Pjanic a supporto, per cercare di contrastare Cristiano Ronaldo&C. Importante sfida per il giovane Montenegro in Repubblica Ceca: gli ex Jugoslavi sono alla ricerca della loro prima partecipazione ad un torneo importante dall’indipendenza del 2006. L’attacco sarà formato dalla coppia “italiana” VucinicJovetic.


Chiude Turchia-Croazia, una sfida equilibrata. In questa gara d’andata potrebbe giocare un forte ruolo il fattore ambientale: i tifosi turchi sanno dare una grossa spinta alla loro squadra.

Ecco il programma della serata. Ritorno martedi 15 novembre.

Bosnia Erzegovina-Portogallo ore 20.00
Turchia-Croazia ore 20.05
Repubblica Ceca-Montenegro ore 20.15
Estonia-Irlanda ore 20.45