Al termine della gara vinta dal Chieti al “Torre” si presentano in Sala Stampa l’allenatore dei teatini Paolucci, il mister e i calciatori azzurrostellati Grassadonia, Acoglanis e Luca Orlando.

Gianluca Grassadonia - Allenatore Paganese

Gianluca Grassadonia allenatore della Paganese (foto dalla rete)

Il tecnico del Chieti, Silvio Paolucci, è – come immaginabile – il ritratto della felicità:”Quest’oggi abbiamo portato a casa un’ottima vittoria contro la squadra più forte del campionato. In altre partite contro le prime della classe meritavamo qualcosa in più. La Paganese nel primo tempo ha colpito due traverse, noi abbiamo avuto la fortuna/bravura di pareggiare a pochi minuti dal termine della prima frazione. Dopo un punto in cinque partite esterne abbiamo espugnato il terreno di gioco della prima in classifica, fortunatamente abbiamo recuperato quanto perso nelle scorse partite”.

Umore totalmente opposto per l’allenatore della Paganese, Gianluca Grassadonia, dopo che in settimana si era detto di un suo possibile esonero:”Siamo cambiati dal punto di vista psicologico – esordisce il tecnico azzurrostellato -. Nei primi quaranta minuti ci siamo espressi benissimo, non siamo stati fortunati, potevamo chiuderla sul due a zero. Questa sconfitta è figlia del nostro momento mentale più di quello fisico.  Alla prima difficoltà non riusciamo a venirne fuori. Era fondamentale vincere per acquisire fiducia in noi stessi, l’importante era però non perdere. Siamo rimasti uniti nonostante le ultime squallide voci riguardanti un mio possibile esonero”.


L’attaccante azzurrostellato Luca Orlando, andato a segno per la nona volta in campionato, commenta così la gara:”Siamo dispiaciuti perché da quattro partite giochiamo benissimo il primo tempo ma non riusciamo a vincere. Nel secondo tempo un’espulsione ingenua ha compromesso la partita. Personalmente ho dato il massimo, ho colpito una traversa e ho segnato. Comunque non mi pongo obiettivi realizzativi se non quello di aiutare il più possibile questa squadra”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il centrocampista argentino Diego Hernan Acoglanis:”Nel primo tempo abbiamo avuto molte palle goal, ma loro hanno trovato il pareggio. Il mister ha avuto le sue motivazioni per farmi entrare solo nel secondo tempo. Io devo lavorare e farmi trovare pronto. Siamo comunque tutti uniti con Grassadonia. E’ brutto sentire parole così verso il mister quando prima di oggi eravamo la prima del campionato”.

Gianluca Pepe

————————————————————————————
ULTIMA NOVITA’: aperta la Serie D. Collabora con noi per inserire la TUA SCHEDA CALCIATORE, scrivi a redazione@tuttocalciatori.net
————————————————————————————