Risultato giusto al “Del Duca”. Grosseto più squadra, Ascoli volenteroso ma poco concreto. 

L'attaccante del Grosseto Luis Alfageme(foto dalla rete)

L’Ascoli perde in casa contro il Grosseto, e non coglie l’occasione di allungare sulle dirette concorrenti per la salvezza. Risultato finale 0–2.

Il tecnico dei piceni Silva lancia dal primo minuto l’ex Gerardi al fianco di Papa Waigo. Il collega Ugolotti orfano di bomber Sforzini, presenta il tandem offensivo KekoAlfageme. Arbitra Irrati di Pistoia.

PRIMO TEMPO: La prima conclusione giunge al minuto 12 ed è di marca ascolana: capitan Di Donato calcia fuori da buonissima posizione. Due minuti dopo ci prova lo sloveno Andjelkovic, ma la palla si spegne sopra la traversa. Man a mano che passano i minuti il Grosseto prende le misure ai bainconeri ed inizia a rendersi pericoloso. Al 26’ ci prova con il destro Caridi, con la sfera che si alza sopra la sbarra trasversale.

Al minuto 33 clamorosa occasione per i maremmani: grande azione personale di Alfageme che dopo aver saltato un paio di difensori piceni, calcia malamente addosso a Guarna. Al 41’ altra gigantesca palla gol per gli ospiti con Crimi. Il centrocampista a tu per tu con Guarna, invece di calciare di potenza sceglie un pallonetto senza capo né coda che si perde a lato. Il primo tempo finisce qui sul risultato di 0 – 0


SECONDO TEMPO: La ripresa si apre con gli stessi undici del primo tempo. Al 55’ il portiere ospite Narciso compie un vero e proprio miracolo sulla conclusione a botta sicura di Alessandro Sbaffo. Al minuto 65 arriva il vantaggio del Grosseto: combinazione GiallombardoLupoliAlfageme, con quest’ultimo che si fa 30 metri di campo in solitaria e beffa Guarna. Doccia gelata per l’Ascoli. Il Grosseto gioca mentre i bianconeri sembrano davvero abulici e svogliati. Al 73’ i marchigiani restano in 10 causa l’espulsione di Guarna. Il portiere commette fallo da ultimo uomo sull’indiavolato Alfageme. A questo punto è davvero un impresa centrare il pareggio. All’82’ ci prova il neoentrato Tomi su calcio di punizione, con la palla che sfila di un niente sul fondo. Al minuto 93 giunge il raddoppio toscano: è sempre Alfageme che con un pallonetto supera Maurantonio. Il Grosseto s’impone al “Del Duca” confermando di essere la bestia nera per l’Ascoli. I piceni non sfruttano il turno casalingo, considerando che ora li attende una doppia  trasferta a Sassuolo e a Reggio Calabria.

ASCOLI – GROSSETO 0 – 2

ASCOLI: Guarna; Ciofani(74’ Maurantonio), Andelkovic, Peccarisi, Faisca, Pasqualini(70’ Tomi); Di Donato, Pederzoli, Sbaffo(65’ Soncin); P. Waigo, Gerardi. A disp.: Giovannini, Ilari, Parfait, Tomi, Falconieri. All.: Silva

GROSSETO: Narciso; Antei, Olivi, Padella, Giallombardo; Jadid(77’ Consonni), Crimi, Sciacca, Caridi(62’ Misuraca); Alfageme, Keko(54’ Lupoli). A disp.: Viotti, Formiconi, Calderoni, Curiale. All.: Ugolotti

ARBITRO: Irrati di Pistoia

RETE: 65’ e 93’ Alfageme

NOTE: Espulso al 73’ Guarna. Ammoniti Pederzoli(A), Di Donato(A), Lupoli(G), Antei(G), Padella(G). Rec.: 0’pt; 5’pt.

Alessandro Mannocchi