Dopo Brindisi e Modena, la Juve Stabia primavera è impegnata questa sera contro il Milan nel terzo turno del Torneo di Ostuni

Alessio Carmine Gargiulo, centrocampista della Juve Stabia primavera (Miccio/TuttoCalciatori.net)

Alessio Carmine Gargiulo, centrocampista della Juve Stabia primavera (Miccio/TuttoCalciatori.net)

Dal ritiro di Carovigno (BR), 09/05/2013   Archiviato il Campionato Primavera con il pareggio casalingo contro la Reggina che è valso la nona piazza, la Juve Stabia primavera di Mario Turi è ora impegnata nel prestigioso Torneo di Ostuni con i pari età del Brindisi, Modena e Milan. Vespette a punteggio pieno dopo aver sconfitto sia Brindisi che Modena e che questa sera, ore 20.30, si apprestano ad affrontare il Milan di Aldo Dolcetti allo Stadio Comunale San Pancrazio Salentino.

Per l’occasione abbiamo raggiunto il capitano della Juve Stabia primavera Alessio Carmine Gargiulo, centrocampista napoletano classe ’94 che ai nostri microfoni ha parlato di passato, presente e futuro con la maglia gialloblè cucita addosso:

“Innanzitutto è un privilegio per me aver avuto l’occasione di partecipare ad un torneo prestigioso come quello di Ostuni e per di più da capitano. Nessuno credeva che saremmo potuti arrivare a giocarci addirittura la qualificazione alle fasi finali all’inizio di questo torneo ma siamo felicissimi di essere riusciti a smentire tutti gli scettici partita dopo partita – dichiara il giovane centrocampista che vanta già due panchine in B contro Reggina e Ternana – anche perchè in rosa giocano elementi sotto la media di età con ben quattro ’94 e otto ’95. C’è gente che prende tanti soldi e non ha problemi tutto l’ anno invece noi questa maglia la sudiamo e ce la mettiamo tutta nonostante la carenza di impianti nel comprensorio stabiese dove poterci allenare.


Uno sguardo al passato ma anche al presente ed al futuro per Alessio Gargiulo, aggregato in prima squadra già dalla scorsa estate avendo disputato l’ intera preparazione estiva di Gubbio con la truppa di Braglia alla quale auspica una salvezza senza ulteriori patemi d’animo:

“Quest’ anno ci siam giocati tanti jolly in partite che dovevano essere alla nostra portata ma sono convinto che i ragazzi sabato conquisteranno la salvezza oltre all’intera posta in palio. Mi auguro che mister Braglia resti ancora tanti anni sulla panchina della Juve Stabia perchè se lo merita. Oltre ad essere un brillante allenatore e stratega di calcio e prima di tutto un grande uomo e spero ardentemente di essermi meritato la riconferma in prima squadra anche per il prossimo anno. Ci tengo a far parte della rosa della Juve Stabia e voglio dimostrare a tutti di poter essere protagonista anche in palcoscenici maggiori con questa maglia che da 4 anni amo e vesto con onore.”

Non ci resta che augurare un forte in bocca al lupo al giovane capitano della Juve Stabia primavera ed alla società tutta, disponibile e cordiale nel rilasciarci queste sue poche ma significative dichiarazioni.

Mario Miccio