Il giocatore dell’Atalanta se la prende con i tifosi bergamaschi ma non è nuovo a episodi strani.

Livaja (foto dal web)

Il giocatore dell’Atalanta, Marko Livaja non ne vuole sapere di tenere comportamenti normali. Dopo aver litigato con i tifosi della Dea quando Colantuono l’ha sostituito in Atalanta-Verona di Sabato 19 aprile, per nulla rasserenato il giocatore in serata ha postato frasi “pesanti” sul suo profilo Facebook, poi prontamente cancellate.

Il giocatore croato, il cui cartellino è in comproprietà tra Inter e Atalanta non è nuovo a comportamenti di cui dire stravaganti è un eufemismo. Queste le “Livajate”, che ha combinato da quando veste la maglia dell’Atalanta; già con Stramaccioni prima nella Primavera nerazzurra poi fino a Gennaio dello scorso anno il croato ha tenuto comportamenti poco regolari:


– Lo scorso campionato, in allenamento a Zingonia, ha dato un pugno al compagno Radovanovic e ha spintonato l’allenatore Colantuono: la Società lo ha messo fuori rosa.

– Finge di avere un virus intestinale: si fa fotografare al ristorante brasiliano mentre mangia, e ovviamente non mangia una pasta in brodo.

– Quest’anno rifiuta di scaldarsi a bordo campo: fuori rosa.

– In questi giorni litiga con i tifosi e scrive su facebook: “ Italiani bastardi, venite in Croazia con me. Ci vediamo a Zingonia “.

E davvero difficile la gestione della promessa croata, combina più sciocchezze fuori dal campo che reti con la maglia di club. A Luglio dovrebbe ritornare all’Inter che ovviamente in Italia farà fatica a rivenderlo.

 

Zaffaroni Fabio