Vi ricordate del mediano francese che fece le fortune di Real Madrid e Chelsea? Dalla prossima stagione sarà allenatore.

Claude Makelele  (foto www.africatopsports.com)

Claude Makelele (foto www.africatopsports.com)

Claude Makélélé è il nuovo allenatore della squadra francese del Bastia. Come riporta la stampa francese, l’ex mediano inizierà la sua carriera in panchina dal club corso, giunto 10º in classifica nell’ultima Ligue 1. Sostituirà il connazionale Frédérik Hentz, in carica nelle ultime quattro stagioni. Per l’annuncio si attendeva il via libera della Federazione Francese, che doveva decidere se concedere un permesso speciale per allenare, alla pari di casi simili come quelli di Zinedine Zidane (in trattativa col Bordeaux fino a pochi giorni fa) e Willy Sagnol (che alle fine si siederà sulla panchina dei Girondins).

Mediano infaticabile ma intelligente, anche discretamente dotato tecnicamente, Makélélé – nato a Kinshasa, in Zaire, ma di nazionalità francese – mosse i suoi primi passi nel Nantes (con cui vinse il campionato francese nel 1995), per poi passare prima all’Olympique Marsiglia e poi al Celta Vigo. Nei suoi tre anni in Galizia esplose definitivamente (nel corso della Coppa UEFA 1999/2000 segnò anche una doppietta nel 4-0 alla Juventus agli Ottavi di Finale), attirando l’attenzione dei migliori club europei e venendo alla fine acquistato dal Real Madrid dei “Galácticos” come sostituto di Fernando Redondo.

Coi “blancos” giocò tre stagioni, sufficienti a vincere due volte la Liga spagnola ed una la Champions League. Quindi nel 2003 passò a sorpresa al nuovo Chelsea di Roman Abramovich. Nei suoi cinque anni a Londra divenne un idolo dei tifosi di “Stamford Bridge”, vincendo due volte la Premier League agli ordini di José Mourinho. Nel 2008, ormai trentacinquenne, tornò in Francia per chiudere con tre stagioni al Paris Saint Germain. Nazionale francese, iniziò ad esser convocato stabilmente a partire dal 2000, dopo gli Europei di Belgio & Olanda. Fu titolare nella finale dei Mondiali del 2006, che la Francia perse ai rigori a Berlino contro l’Italia.


Appese le scarpette al chiodo, iniziò a lavorare come assistente dell’allenatore al PSG, prima con Carlo Ancelotti e nell’ultima stagione con Laurent Blanc. Ora, a 41 anni, l’occasione di fare esperienza come responsabile in capo. Il Bastia, promosso in Ligue 1 nel 2012, è un club piccolo, ma con tanti calciatori veterani, come il portiere Mickaël Landreau, che si ritirerà dopo i Mondiali, l’ex laziale Djibril Cissé, l’ex juventino Miloš Krasić  e l’ex Arsenal Sébastien Squillaci.

 

Mario Cipriano