Amichevole a dir poco deludente per Prandelli: subito in gol Marchisio, poi tanta confusione e abulia. Legni per Balotelli e Candreva, storico pareggio di Chanot.

Prandelli

Cesare Prandelli(foto newsattualità.it)

Perugia– La Nazionale del CT Cesare Prandelli  (voto 5.5) colleziona un’altra magra figura in amichevole, pareggiando 1-1 con i semi-dilettanti del Lussemburgo. Marchisio, in rete dopo pochi minuti, aveva illuso gli azzurri e il pubblico di Perugia già pregustava una goleada. Poche, invece, le emozioni: la squadra italiana è apparsa svogliata, priva di idee e ancora in fase sperimentale (come si evince anche dalla disposizione tattica iniziale).

Di certo i carichi di lavoro di Coverciano si sono fatti sentire, ma è un alibi che regge solo parzialmente… Il clamoroso pareggio di Chanot nel finale equivale ad un sogno per i volenterosi ragazzi di mister Holtz.

Le pagelle degli azzurri

Gianluigi Buffon, voto 6: deve lavorare più del previsto, qualche intervento agevole e nessuna sbavatura. Incolpevole nell’occasione del pareggio di Chanot.

Ignazio Abate, voto 5.5: una delle maggiori lacune dell’Italia è l’assenza di esterni di valore. Qualche buona sortita non basta a raggiungere la sufficienza. Sfiora il gol nel finale con un gran tiro.

Leonardo Bonucci, voto 5.5: riesce ad essere impacciato e lezioso anche quando gli avversari sono modesti. Purtroppo questo passa il convento…

Giorgio Chiellini, voto 6: solita eleganza di un pachiderma, ma tutto sommato non incide negativamente nella gara.

Mattia De Sciglio, voto 5: perde il derby milanista con Abate. E’ lui il peggiore fra i due esterni. Tecnicamente mediocre, la sua unica qualità è nella corsa. Deve quindi migliorare la condizione fisica, altrimenti meglio lasciarlo in panchina…

Daniele De Rossi, voto 6.5: forse la valutazione è troppo generosa, ma il romano è l’unico ad avere fosforo e qualità. In Brasile il suo apporto dinamico sarà fondamentale.

Andrea Pirlo, voto 6: sempre geniale nei calci piazzati, in regia sembra a disagio con Verratti al suo fianco.

Alberto Aquilani, voto 5.5: il fiorentino non è fortunato ma neanche tanto sveglio. E’ lui a perdere l’uomo decisivo per il pari del Lussemburgo.

Marco Verratti, voto 6: deve crescere, ma vista la rosa attuale bisogna dargli fiducia.


Claudio Marchisio, voto 7: abile e freddo in occasione del vantaggio dell’Italia. E’ il suo terzo gol in maglia azzurra: elemento di spessore.

Antonio Candreva, voto 5.5: spesso al tiro, è impreciso anche se poi prende una traversa. Da rivedere la posizione e i movimenti senza palla.

Antonio Cassano, voto5.5: entra e regala un paio di assist preziosi, poi si spegne velocemente.

Mario Balotelli, voto 6: assist delizioso per Marchisio e buona applicazione, soprattutto nel primo tempo. Meno bene nelle conclusioni, il legno colpito è un gol letteralmente mangiato.

 

Tabellino

Italia-Lussemburgo 1-1

Marcatori: 9° Marchisio, 85° Chanot.

Italia(4-5-1): Buffon 6- Abate 5.5, Bonucci 5.5, Chiellini 6, De Sciglio 5- De Rossi 6.5, Pirlo 6(71° Aquilani 5.5), Verratti 6(54° Cassano 5.5), Marchisio 7(83° Parolo sv), Candreva 5.5(79° Insigne sv)- Balotelli 6(79° Cerci sv). Allenatore: Cesare Prandelli 5.5.

Lussemburgo(4-4-2): Moris 6.5- Holter 5.5(71° Deville 6), Schnell 6.5, Chanot 7.5, Janish 6- Bensi 5.5, Mutsch 6, Gerson 5(46° Da Mota 6), Philipps 6(60° Payal 6.5)- Jans 6, Joaquim 7(90° Turpel sv). Allenatore: Luc Holtz 7.

Arbitro: Damir Skomina (Slavenia).

Ammoniti: Bensi, Philipps, Abate.

 

Lucio Iaccarino