I giallorossi battono la Fiorentina e volano in testa da soli.

Gervinho

Gervinho, attaccante della Roma

La Serie A ha una nuova capolista: è la Roma di Rudi Garcia, che batte la Fiorentina nel big match della nona giornata e vola al comando a quota 20 punti. Al Franchi ci pensa il grande ex Salah (espulso per proteste all’ 88′) a sbloccare il match con un gol d’autore al 7′. L’egiziano, fischiatissimo per tutta la partita, si inventa un tiro a giro che fulmina Tatarusanu e non esulta.

La Viola reagisce subito, ma Kalinic ha le polveri bagnate e i giallorossi si salvano. Poi, al 34′, il raddoppio: contropiede micidiale aperto da Florenzi e chiuso da Gervinho, che non sbaglia e porta al riposo i suoi compagni sul doppio vantaggio. Anche nel secondo tempo la Fiorentina prova a spingere, ma il gol arriva solo al 94′ con Babacar. Finisce 2-1 per la Roma, con i toscani che incassano la terza sconfitta di fila tra campionato ed Europa League.

Se la Roma ride, la Lazio fa altrettanto. Nell’altro posticipo delle ore 18, infatti, i biancocelesti battono 3-0 il Torino ed agganciano Inter e Fiorentina al secondo posto, in attesa del Napoli impegnato a Verona con il Chievo. Apre le marcature Lulic al 40′, ben innescato da Klose. Nel secondo tempo, invece, si scatena Felipe Anderson: FA10 raddoppia al 70′ e serve il tris al 94′ con un potente tiro dal limite.

Ora la palla passa al Napoli. Con un successo, anche gli azzurri raggiungerebbero il secondo posto a 18 punti. Chievo permettendo ovviamente…

Giuseppe Marzetti