Il club decide di dare il benservito all’allenatore a meno di un mese dal suo ingaggio.

Tifosi de L'Aquila

Tifosi de L’Aquila

Storie di allenatori e di svolte che non arrivano. E’ il caso di Giacomo Modica chiamato lo scorso 11 aprile al posto di Carlo Perrone a risollevare le sorti de L’Aquila scivolata nei playout ed in un vortice di risultati negativi che non accennava ad arrestarsi. Ebbene, a distanza di tre settimane ed altrettante partite di campionato dove i punti raccimolati sono stati la miseria di uno, Modica viene esonerato e richiamato proprio Perrone come una sorta di mea culpa della società nell’aver allontanato l’ex tecnico.

I risultati non sono cambiati ed i playout sono diventati una realtà con uno scomodo terzultimo posto in classifica. A Perrone ora si chiede di salvare la categoria che la società ha più volte detto essere l’obiettivo fondamentale in una stagione balorda iniziata con la spada di Damocle dei punti di penalizzazione che sarebbero arrivati per la vicenda del calcioscommesse e poi divenuti realtà.


Questo il comunicato della società abruzzese apparso sul portale ufficiale:

L’AQUILA CALCIO 1927 comunica i provvedimenti messi in atto dalla societa’ per vincere la delicatissima sfida dei play out. 
Queste determinazioni sono frutto di intensi colloqui che da ormai 24 ore hanno coinvolto l’intera dirigenza e i tecnici incaricati per soddisfare le aspettative dei tifosi e degli organi di informazione e per ricreare unita’ di intenti grazie alla quale questa societa’ e’ cresciuta e solo cosi’ potra’ crescere ancora.  I nostri tifosi sono un patrimonio irrinunciabile e un sostegno determinante per le sfide che ci attendono. A loro chiediamo di rimandare a fine campionato le polemiche e di soffrire insieme a noi per avere successo in questo ultime partite. 
L’Aquila Calcio, animata da questo spirito, ha richiamato il tecnico Carlo Perrone che si e’ reso subito disponibile a riprendere in mano la squadra per portarla alla vittoria. 
La societa’ ha anche nominato come “consulente per la gestione di questa crisi” Carlo Susini al quale saranno demandati tutti i compiti di rappresentanza della societa’ nei confronti della squadra, dei tifosi e degli organi di stampa. Nessun altro provvedimento e’ stato discusso.  Al mister Giacomo Modica vanno i ringraziamenti della societa’ per l’impegno e la tenacia di cui e’ stato maestro apprezzato.  Certi di aver risposto prontamente e nel migliore dei modi alle aspettative di tutti gli appassionati diciamo bentornato ed in bocca al lupo al mister Carlo Perrone e ai nostri calciatori.