cinghialiUn campo d’allenamento è stato rovinato dagli animali.

Nella seconda settimana di preparazione alla gara, una brutta sorpresa per i blucerchiati: Bogliasco, nella notte tra martedì e mercoledì, è stato raggiunto da un branco di cinghiali. Una visita circoscritta al campo inferiore del centro sportivo, campo momentaneamente inagibile per dei lavori di ordinaria manutenzione. Diverse le ore di lavoro necessarie affinché i giardinieri rimettessero le cose a posto dopo l’irruzione dei mammiferi, che hanno concentrato le proprie attenzioni sulle fasce, arandole praticamente da bandierina a bandierina. Il Secolo XIX, quotidiano che ha raccontato l’episodio, ha spiegato come i cinghiali siano passati dal lato di Sessarego, allargando un piccolo buco nella recinzione, e aggirando così anche anche lo sbarramento costituito dalla cosiddetta “siepe Montella“, siepe che lo stesso ex tecnico doriano (attualmente alla guida del Milan, ndr) aveva voluto erigere per evitare che la sua squadra venisse distratta da quanto stesse succedendo nel piazzale del parcheggio.

Il giornale ligure sottolinea, inoltre, come si tratti di fatto della prima volta in cui i cinghiali sfondano sotto, mentre sul campo di gioco superiore già da qualche anno si sarebbero registrati alcuni passaggi dei branchi. “Ai tempi di Ciro Ferrara il suo vice Angelo Peruzzi, grande appassionato di caccia, aveva addirittura montato su un albero una telecamerina a raggi infrarossi proprio per filmare il passaggio dei cinghiali“, si legge sul ‘Secolo XIX‘.

fonte: gazzetta.it