6 giocatori, meteore nella nostra Serie A, diventati campioni in altri campionati europei.

Il nostro campionato, specialmente nel periodo fine anni 90, inizi 2000, ha potuto vantare tra i calciatori più forti del pianeta. Ci sono stati dei casi in cui, dei giocatori in Italia non hanno reso secondo le aspettative e che, molto spesso per gravi errori societari, sono stati scartati troppo presto.

 

  • Ivan Helguera
Ivan Helguera

Ivan Helguera (fonte: GEOCITIES.ws)

 

Venne acquistato dalla Roma nel ’97, per circa 5 miliardi di lire, dopo una buona stagione all’Albacete. Zeman in campo lo schierò centrocampista con risultati molto deludenti. Considerato troppo lento per quel ruolo, collezionò neanche una decina di presenze in maglia giallorossa. La stagione successiva fu acquistato dall’Espanol dove sbocciò definitivamente. Acquistato dal Real Madrid, con Hierro formò una delle coppie di difensori centrali più forti di sempre in Spagna. Con la maglia dei “Blancos” vinse 3 campionati, 1 Coppa del Re, 2 Champions League e 1 Coppa Intercontinentale in otto stagioni.

 

 

Patrick Vieira con la maglia del Milan

Patrick Vieira con la maglia del Milan (fonte: CalcioWeb.eu)

Arrivato nel dicembre del ’95 dal Cannes per 7 miliardi di lire, Vieira faticò a trovare spazio, con Capello prima e Tabarez poi, collezionando solo due presenze. Nel settembre del ’96 venne acquistato dall’Arsenal per 4,5 milioni di sterline, sotto specifica richiesta del neo allenatore Arsène Wenger. Con la maglia dei “Gunners” scrisse la storia del calcio inglese e del club londinese, diventando uno dei centrocampisti più forti del mondo, collezionando 279 presenze condite da 29 reti. Avrà comunque tempo di rifarsi in Italia, vincendo lo scudetto da protagonista, prima con la Juventus e poi con l’Inter.

 

Edwin Van Der Sar

Edwin Van Der Sar (fonte: irishmirror.le)

 

Arrivò dall’Ajax, diventando il primo portiere straniero nella storia della Juventus. Dopo una discreta prima stagione fu autore di diversi errori, alcuni davvero molto gravi che gli costarono il posto in squadra. Trasferitosi in Inghilterra, al Fulham prima (vincendo una Coppa Intertoto nel 2002) e, soprattutto, al Manchester United poi, diventò uno dei portieri più forti di sempre vincendo tutto con la maglia dei “Red Devils”. Sotto la guida di Sir Alex Ferguson, il portierone olandese vinse, 4 campionati, 3 Coppe di Lega, 3 Community Shield, 1 Champions League e 1 Mondiale per Club.

 

 

L'esultanza di Coutinho con la maglia dell'Inter

L’esultanza di Coutinho con la maglia dell’Inter (fonte: gazzetta.it)

Numerosi sono stati gli errori di valutazione fatti dall’Inter per quanto riguarda certi giocatori, da Mikael Silvestre, a Dennis Bergkamp e Roberto Carlos. In tempi più recenti, la cessione di Coutinho. Acquistato giovanissimo e lasciato per diverse stagioni in Brasile, al Vasco da Gama, fu considerato come uno dei maggiori talenti in prospettiva della rosa dell’Inter. Diversi infortuni, allenatori che non lo sfruttarono nel migliore dei modi in campo e una corporatura non ancora adatta alla fisicità del campionato italiano, ne limitarono fortemente il rendimento. Scaricato, colpevolmente troppo presto, al Liverpool, ha dimostrato di essere uno dei fantasisti più forti in circolazione. I “Reds” lo hanno ceduto al Barcellona a Gennaio per oltre 100 milioni di euro.

 

Aubameyang con la maglia rossonera

Aubameyang con la maglia rossonera

Prodotto delle giovanili del Milan, non ebbe mai la possibilità di giocarsi il posto in prima squadra. Dopo diversi prestiti, Digione, Lille e Monaco, venne ceduto definitivamente al Saint-Étienne in prestito con diritto di riscatto. In Francia dimostrò il suo talento, realizzando 37 reti in 87 presenze. Acquistato nel 2013 dal Borussia Dortmund sbocciò anche a livello internazionale, realizzando 98 reti in oltre 140 presenze, diventando uno degli attaccanti più forti del mondo. A gennaio è passato all’Arsenal per circa 64 milioni di euro, record per il club londinese.

 

Thierry Henry

Thierry Henry

Una delle perle della rosa degli “enfant prodige” del Monaco, stagione ’97- ’98, insieme a Barthez, Sagnol, Giuly, e Trezeguet, venne acquistato dalla Juventus per circa 11,5 milioni di euro. Fu preso per sostituire l’infortunato Del Piero, ma la sua stagione, come quella della Juventus in generale, fu molto negativa. Acquistato dall’Arsenal, dimostrerà ampiamente il proprio talento, diventando uno dei calciatori più forti di tutti i tempi, l’icona dell’”Arsenal degli invincibili”.