Ai bianconeri interessa pure il giovane Mirko Carretta

Andrea Soncin

Andrea Soncin (foto emozionecalcio.it)

In attesa del verdetto della Disciplinare sul caso scommesse previsto per lunedì, in casa Ascoli è il mercato a tenere banco. La squadra è incompleta, come dichiarato dallo stesso mister Castori in settimana, con il primo impegno ufficiale (14 agosto Coppa Italia) che incombe. Tra l’altro da diversi giorni si parla dell’interesse del Grosseto per il terzino ascolano Giallombardo. In un primo momento si ventilava lo scambio con l’esterno argentino Alfageme, sul quale c’è anche l’Albinoleffe.

La società maremmana si priverebbe del giocatore sudamericano solo di fronte ad una offerta importante. Quindi pare più fattibile che in bianconero giunga l’attaccante Andrea Soncin. Per il “Cobra” si tratterebbe di un ritorno, visto che ha vestito il bianconero da gennaio 2007 fino al termine della stagione 2008/09. La punta nativa di Vigevano ha lasciato un buon ricordo in riva al Tronto, in considerazione delle 33 reti messe a segno in 93 presenze.


La dirigenza picena sarebbe interessata pure al giovane centrocampista Mirko Carretta. Il giocatore classe ’90, è in comproprietà tra Chievo e Andria, dove ha disputato l’ultima stagione in Lega Pro. Ci sarebbe da battere la concorrenza di Nocerina e Sassuolo, che da tempo sono sulle tracce del talentuoso centrocampista. Intanto l’Ascoli ha comunicato, attraverso il proprio portale web,  di aver dato il benservito al terzino sinistro francese Bly.

Il difensore, dopo aver svolto un periodo di prova con i bianconeri, non è stato ritenuto all’altezza da mister Fabrizio Castori. Quindi a questo punto dopo la bocciatura del transalpino, la dirigenza marchigiana dovrà gettarsi alla ricerca di 2 cursori mancini. A meno che non si decida di dare fiducia a Lorenzo Pasqualini classe’89, che ha giocato l’ultima annata tra le fila del Siracusa in Lega Pro. Oggi è prevista un’amichevole alle ore 18 allo stadio “Benelli” di Pesaro tra L’Ascoli e la Vis, squadra nei promossa tra i Dilettanti.

Alessandro Mannocchi