I bianconeri battono il Cagliari in modo agevole e festeggiano lo scudetto facendo filotto di vittorie in casa.

Marchisio

Claudio Marchisio (foto dalla rete)

Scudetto, 18 vittorie su 18 gare allo Juventus Stadium e record assoluto di punti in serie A. Cosa chiedere di meglio ad una squadra? Nulla. La Juventus è andata ben oltre le aspettative. Prima classificata in Serie A e semifinalista di Europa League. Una volta arrivati in semifinale la tifoseria si aspettava la vittoria sul Benfica e il poter alzare la coppa nella propria dimora ma purtroppo non si è potuto realizzare questo sogno.

Nei momenti di difficoltà bisogna essere positivi ed analizzare con cura ciò che si è sprecato e ciò che si è fatto di buono. In Europa la Juventus ha potuto confrontarsi con le altre big europee e sinceramente non manca tanto per raggiungere i livelli per far bene oltralpe. In Italia lo scudetto è il simbolo di una stagione vincente. Bisogna dare atto alla Roma e al Napoli di essere due grandi squadre e che hanno tenuto vivo questo campionato assai difficile.

A partecipare ancora una volta alla festa scudetto è il Cagliari, caduto quest’ oggi allo Juventus Stadium per 3-0. Al 9’ apre il sogno 102 Andrea Pirlo con uno dei suoi capolavori su punizione. Al 15’ Llorente è un vero rapace d’ area e coglie un errore difensivo del Cagliari per realizzare il 2-0. Al 40’ Marchisio mette fine al discorso 102 e sigla il 3-0. L’ unico che può avere qualche rammarico in questa stagione è l’ argentino Carlos Tevez che non solo vede svanire la sua convocazione in nazionale ma vede anche sfumare il titolo di capocannoniere che verrà assegnato a Ciro Immobile comunque può consolarsi con l’ elezione a giocatore dell’ anno in casa Juve e non è poco.

Un popolo bianconero che aspetta di poter assistere all’ ultima gioia ossia quella di rivedere sedere in panchina per la prossima stagione, Antonio Conte. Quest’ anno abbiamo visto un ottima Juve: del trentesimo scudetto, dell’ imbattibilità in casa e del record di punti, che dire questa Juventus dà i numeri!

Juventus (3-5-2)

Buffon : compie due miracoli anche nell’ ultima di campionato. Voto:7

Caceres: ottimo sulla fascia chiude bene su Ibarbo. Voto:7

Bonucci: fa propria la difesa e gestisce bene nonostante manca il compagno Chiellini. Voto:6,5

Ogbonna: senza affanni chiude bene su Dessena. Voto 6

Lichtesteiner: la fascia è propria. Voto:6,5

Pogba: il giovane impressiona anche nell’ ultima giornata. Voto:7


Marchisio: nell’ ultima di campionato realizza un bellissimo gol. Voto:7

Asamoah: cerca la soddisfazione personale e gioca bene. Voto:7

Llorente: oltre al suo gol prova a far segnare il compagno Tevez. Voto 7,5

Tevez: meno frizzante, poco lucido forse perché voleva il titolo di capocannoniere. Voto 6,5

Cagliari (4-3-1-2)

Silvestri: non può nulla sul gol di Pirlo e sugli altri, para con sufficienza. Voto:6

Perico: lotta con Asamoah. Voto:6

Rossettini: non riesce a limitare Tevez. Voto:5,5

Astori: tanti troppi errori commessi. Voto 4,5

Dessena: prova a beffare Buffon ma non riesce. Voto:6,5

Conti: ostaggio del centrocampo bianconero. Voto:5

Tabanelli: subisce troppo la forza di Pogba. Voto:5

Cossu: fornisce l’ assist per Dessena ma poi l’ attaccante isolano spreca. Voto:5,5

Ibarbo : Mette in difficoltà Buffon ma poi si spegne. Voto:5,5

Pinilla: prestazione da dimenticare. Voto 4,5

Maurizio Di Ubaldo